la frutticoltura nell'economia agricola
della Val di Non

INDICE

Premessa

1 - Ambiente geografico e delimitazione territoriale della ricerca

   1.1. - La geografia della Val di Non

   1.2. - Delimitazione dell’area oggetto di studio

   1.3. - Suddivisione del territorio in zone di altitudine

1.3.1. - Le zone agrarie del Trentino di Ruatti

1.3.2. - La suddivisione in tre fasce di altitudine della Val di Non

2 - aspetti economici alla fine del secolo XIX

   2.1. - Economia della Val di Non alla fine del XIX secolo.

   2.2. - Situazione dell’agricoltura in Val di Non a fine Ottocento

2.2.1. - La composizione della superficie produttiva a coltura intensiva della Val di Non

2.2.2. - Le coltivazioni in atto all’inizio del secolo XX in Val di Non

2.2.3. - L’allevamento in Val di Non.

2.2.4. - Boschi e silvicoltura

2.2.5. - Proprietà diretto-coltivatrice.

2.3. - Cenni demografici di inizio secolo XX

3. - La frutticoltura dalle origini alla prima guerra mondiale

   3.1. - I primi passi della frutticoltura

   3.2. - I primi acquedotti irrigui

3.2.1. - Iniziative di informazione e promozione

   3.3. - Primi dati sulla produzione di frutta

4 - L’economia agricola tra le due guerre

4.1. - Utilizzo del territorio

4.2. - La coltivazione della patata: il caso di Sfruz

4.3. - Allevamento

4.4. - Numero di aziende e popolazione agricola

5 - Lo sviluppo frutticolo fra le due guerre

5.1. - Binomio frutteto – prato stabile

5.2. - Diffusione della frutticoltura

5.3. - Importanza degli acquedotti per l’espansione della frutticoltura

5.4. - Interventi di sostegno e di promozione dell’ente pubblico

5.5. - Commercializzazione della frutta fino al 1945

5.6. - Flussi commerciali

6 - LA VAL DI NON NEI 25 ANNI DOPO LA SECONDA GUERRA MONDIALE

6.1. - Aspetti economici generali della Val di Non

6.2. - Lo stato dell’agricoltura anaune dagli anni Cinquanta ai Settanta

6.3. - Nuove tendenze colturali

6.4. - Quadro delle aziende agricole della Val di Non e superficie lavorata

6.5. - L’allevamento

6.6. - Cenni demografici

7 - Agricoltura e attività economiche nell’ultimo quarto di secolo XX

7.1. - Considerazioni generali

7.2. - Utilizzo del territorio

7.3. - Quadro della composizione e della consistenza delle aziende agricole della Val di Non con relativa superficie lavorata

7.4. - Situazione dell’irrigazione e della consistenza dei mezzi agricoli

7.5. - Allevamento: concentrazione dell’attività in poche aziende, fine del circolo virtuoso prato irriguo, bestiame, letame, frutticoltura.

7.6. - Altri aspetti economici

7.7. - Indotto della frutticoltura

8 - La Frutticoltura dal dopo guerra ai giorni nostri

8.1. - Situazione all’inizio degli anni Sessanta

8.2. - Primi segni di espansione

8.3. - L'approdo alla monocoltura esasperata e il dominio di un'unica cultivar, la Golden Delicious

8.4. - La forte produzione di Golden evidenzia problemi di raccolta e di commercializzazione.

9 - le trasformazioni delle tecniche di coltivazione: integrata e biologica

9.1. - Il progetto “Agricoltura ecologica”

9.2. - La domanda di agricoltura biologica e le sue regole

9.3. - Aziende biologiche in Trentino e in Val di Non

9.4. - Dubbi e speranze sulla sostenibilità economica della frutticoltura biologica

10 - I magazzini e la commercializzazione della frutta in Val di Non: da iniziative locali ad attivitÀ complessa e accentrata.

   10.1. - Fase artigianale

   10.2. - Fase di consolidamento

10.2.1. - Accentramento e diminuzione del numero di magazzini

10.2.2. - I nuovi magazzini intercomunali

10.2.3. - Conseguenze dell’ampliamento del raggio di azione dei magazzini182

   10.3. - Fase di integrazione184

10.3.1. - Consorzio Valorizzazione delle Mele della Val di Non

10.3.2. - Consorzio Melinda S.C.A.R.L.

11 - Storia della cooperazione in frutticoltura

   11.1. - I primi cinquant’anni di cooperazione193

11.1.1. - Società di smercio cumulativo di frutta trentina 1895 – 1906196

11.1.2. - La cooperazione negli anni che seguirono

   11.2. - L’opera della Federazione dei Consorzi Cooperativi

   11.3. - Cooperazione di secondo grado

   11.4. - Processo di aggregazione della cooperazione frutticola in Val di Non

   11.5. - La Mela d’oro SCARL

12 - L’opera dei consorzi irrigui e altre iniziative legate all’attività delle aziende agricole

12.1. - I Consorzi Irrigui e di Miglioramento Fondiario in Val di Non

12.2. - I centri di distribuzione e miscelazione dei prodotti antiparassitari: le "vasche"

12.3. - Il Co.Di.Pr.A.220

13 - Enti pubblici e disposizioni legislative a favore dell'agricoltura del Trentino

13.1. - Ente per lo Sviluppo dell'Agricoltura Trentina228

13.2. - Istituto Agrario di S. Michele all'Adige229

Conclusione

App.1. - Considerazioni sui dati statistici della Val di Non contenuti nei Censimenti 1900 e 1910 Della commissione statisticA di Vienna

App.2. - Aziende silvo-pastorali dei comuni e delle ASUC e analisi della SAU

App.3. - Utilizzo del suolo all’interno della SAU dall’anno 1890 alL’anno 1990

App.4. - CONCESSIONI di Cambio di coltura presso l’Ispettorato forestale di Cles

App.5. - Andamento demografico nel tempo

App.6. - Fenomeno del pendolarismo da un’indagine del 1971273

App.7. - Prezzi e QUANTITà di mele prodotte negli ultimi cinquanta anni IN TRENTINO e in Val di Non

ALLEGATI

Bibliografia

Indice dei Grafici

indietro

copertina

inizio pagina

avanti