la frutticoltura nell'economia agricola
della Val di Non

Indice Premessa Capitoli: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
Conclusione Appendici: 1 2 3 4 5 6 7 ALLEGATI Bibliografia

APPENDICE 3

Utilizzo del suolo all’interno della SAU
dall’anno 1890 all’anno 1990

Nei censimenti dell’impero austro-ungarico la classificazione dei modi di utilizzo del suolo, accanto alle colture estensive pascolo e alpe, evidenziava per prime le colture intensive di campo, prato, giardino e vigneto, mentre i Censimenti italiani tengono uniti i due tipi di colture nella SAU (superficie agricola utilizzata). Questa comprende i seminativi, le colture legnose, il prato e pascolo ed è inclusa nella superficie agricola aziendale totale con l’aggiunta di bosco ed incolto agrario. Al fine di rendere coerente e comprensiva la dinamica dei cambiamenti dell’utilizzazione del suolo, nel passaggio da un criterio statistico all’altro, è utile stabilire e mostrare la consistenza della SAU nel tempo, degli anni 1900[1] (da Bollettino), 1970 e 1990, in valori assoluti ed in percentuale rispetto al territorio geografico.

Tab. a.3.1.  Valori in ettari della SAU e percentuali in rapporto alla superficie geografica negli anni 1900, 1970, 1990

 

SAU 1900

SAU 1970

SAU 1990

 

ettari

%

ettari

%

ettari

%

Bassa Val di Non

12.969,10

45,24

11.114,03

38,85

10.004,99

34,97

Media Val di Non

8.211,17

54,48

3.987,38

26,35

4.780,11

31,5

Alta Val di Non

8.684,30

54,47

3.544,79

22,25

2.858,72

17,949

Totale Val di Non

29.864,57

50,06

18.646,20

31,25

17.643,82

29,57

Provincia di Trento

249.895,8

39,31

179.183,42

28,84

149.907,2

24,13

(elaborazione dati Le condizioni agricole – forestali – economiche nel raggio d’azione del Consiglio provinciale d’Agricoltura, sezione di Trento, in: “Bollettino della Sezione di Trento del Consiglio Provinciale d’Agricoltura pel Tirolo“, 1903 pp. 154-159, 412-415; II e IV Censimento generale dell'Agricoltura)

Le riflessioni che derivano dall’osservazione attenta di questo tabulato sono molteplici. La contrazione maggiore della SAU avvenne dall’anno 1900 all’anno 1970: rispetto alla superficie geografica il calo fu di 10 punti percentuali con una punta massima di 32 punti in Alta Val di Non. Solo l’agricoltura della Bassa Val di Non contenne questo calo in sette punti percentuali. Il terreno perduto dalla SAU andò ad incrementare il bosco, l’incolto agrario e l’improduttivo. La tendenza alla riduzione della SAU continuò negli anni successivi. La contenuta perdita di SAU della Val di Non, dal 31,25% del 1970 al 29,57% del 1990, fu dovuta ad un aumento di detta superficie avvenuto nella zona della Media Val di Non di circa 800 ettari. Nel Trentino il percorso di riduzione della SAU fu similare con percentuali più basse.

Tab. a.3.2.  Valori in ettari della ripartizione della superficie SAU negli anni 1890, 1900, 1970, 1990 in Val di Non ed in Trentino

 

Val di Non

Trentino

Anno

Prati

Seminativi

Arborati

Prati

Seminativi

Arborati

1890

22.782,10

6.689,30

886,80

201.644,05

45.709,18

7.957,74

1900

22.501,30

6.440,40

922,90

197.569,70

43.948,50

8.377,60

1970

11.636,75

721,98

6.287,47

148.795,57

7.661,73

22.726,12

1990

10.793,69

210,72

6.693,41

122.071,90

5.425,74

22.409,59

(elaborazione dati Le condizioni agricole – forestali – economiche nel raggio d’azione del Consiglio provinciale d’Agricoltura, sezione di Trento, in: “Bollettino della Sezione di Trento del Consiglio Provinciale d’Agricoltura pel Tirolo“, 1893 pp. 154-159, 412-415; Le condizioni agricole – forestali – economiche nel raggio d’azione del Consiglio provinciale d’Agricoltura, sezione di Trento, in: “Bollettino della Sezione di Trento del Consiglio Provinciale d’Agricoltura pel Tirolo“, 1903 pp. 154-159, 412-415; II e IV Censimento generale dell'Agricoltura)

A questo punto sono stati elaborati due grafici che visivamente permettono di valutare i rapporti interni alla SAU, vale a dire seminativi (campo), arborati (giardini, frutteti e vigneti), prato e pascolo (prato, pascolo ed alpe) per la Val di Non e il Trentino e, sotto, per le tre zone della valle. Per uniformità sono stati tralasciati i dati di Gemeindelexikon dell’anno 1900, poiché a seguito di criteri diversi in essi non furono conteggiati nella superficie di Bresimo le proprietà di Cis e di Livo, e quelli del Censimento generale dell’agricoltura del 1982 nei quali era stata esclusa dalla SAU gran parte della superficie di pascolo ed alpe di proprietà pubblica, come già accennato in precedenza.

Grafico a.3.1. - Confronto delle percentuali di composizione della superficie SAU tra Val di Non e Trentino negli anni 1890, 1900, 1870 e 1990

(elaborazione dati Le condizioni agricole – forestali – economiche nel raggio d’azione del Consiglio provinciale d’Agricoltura, sezione di Trento, in: “Bollettino della Sezione di Trento del Consiglio Provinciale d’Agricoltura pel Tirolo“, 1893 pp. 154-159, 412-415; Le condizioni agricole – forestali – economiche nel raggio d’azione del Consiglio provinciale d’Agricoltura, sezione di Trento, in: “Bollettino della Sezione di Trento del Consiglio Provinciale d’Agricoltura pel Tirolo“, 1903 pp. 154-159, 412-415; II e IV Censimento generale dell'Agricoltura)

Appare chiaro come sia stata forte la diminuzione dei seminativi e come sia stata sostenuta l’espansione delle colture arborate nel momento di svolta che si può far risalire al 1955/1970. Questo andamento evolutivo è più consistente in Val di Non rispetto al Trentino. Infatti, in Val di Non, oltre alla percentuale del seminativo, diminuì anche la percentuale della coltura a prato. Non così nel Trentino dove il prato subì una leggera espansione percentuale, benché si sia ridotto in valori in assoluti (vedi tabella a.3.2.). Come visto sopra, nella tabella a.3.1., l’estensione della Superficie Agricola Utilizzata continuò a decrescere dal 1900 in avanti in modo consistente: dal 50% al 29,6% della superficie geografica per la Val di Non, dal 39,3% al 24,1% per il Trentino.

I dati del grafico che segue sono espressi in valori assoluti per cogliere anche la diminuzione di estensione della SAU nel tempo. Si possono osservare gli andamenti delle tre tipologie di coltivazioni nelle tre fasce della Val di Non, e le differenze fra zona e zona.

Grafico a.3.2. - Confronto di composizione della superficie SAU, in ettari, nelle tre fasce della Val di Non negli anni 1890, 1900, 1870 e 1990

(elaborazione dati Le condizioni agricole – forestali – economiche nel raggio d’azione del Consiglio provinciale d’Agricoltura, sezione di Trento, in: “Bollettino della Sezione di Trento del Consiglio Provinciale d’Agricoltura pel Tirolo“, 1893 pp. 154-159, 412-415; Le condizioni agricole – forestali – economiche nel raggio d’azione del Consiglio provinciale d’Agricoltura, sezione di Trento, in: “Bollettino della Sezione di Trento del Consiglio Provinciale d’Agricoltura pel Tirolo“, 1903 pp. 154-159, 412-415; II e IV Censimento generale dell'Agricoltura)

In questo caso si nota lo scarto secco dei valori di composizione delle tre categorie di colture SAU dell’anno 1890 e del 1900 da quelli dopo il 1970. In merito alle colture legnose (arborati) è rilevante l’aumento della loro superficie nella Bassa Val di Non, come pure è notevole quello che si sviluppò della Media Val di Non. Dalle barre del grafico si può anche cogliere la riduzione complessiva della SAU da un periodo all’altro. Soltanto nella Media Val di Non si verificò una sua crescita dal 1970 al 1990, come è stato spiegato all’inizio di quest’appendice.


indietro

copertina

inizio pagina

avanti

Note:
1] I dati della Superficie Agricola Utilizzata del 1890 sono stati tralasciati perché molto vicini a quelli del 1900 con percentuali lievemente superiori. (Val di Non da 51,03% a 50,06% della superficie geografica – Trentino da 40,13% a 39,31%).