intestazionw

Fatti, impressioni, commenti di fine anno, da noi e nel mondo

Al temine del 2014 scrivevo:
Le parole e le sollecitazioni di Papa Francesco rimangono inascoltate: tutti lodano e poi agiscono ... come sempre. Assistiamo a un crescendo di violenze che ogni parte in conflitto cerca di giustificare: morti di migranti nel mare, distruzione e morte a Gaza, in Siria, in Iraq, Afghanistan, e altrove, missili su Israele.
http://pierocomai.altervista.org/Commenti
/Considerazioni_2014.htm

Un anno dopo pare che nulla sia cambiato o, meglio, a me sembra che con gli atti terroristici orrendi e disumani si siano incattivite le risposte sostituendo completamente il dialogo allo spietato uso della forza delle armi. Sui Media nel passato esodi biblici come quelli nel corso di quest'anno non se ne erano visti, nÚ l’incomprensione fra gli stati europei era stata tanto alta.Profughi
Le considerazioni da fare sono le stesse. Papa Francesco pare che pubblicamente sia stimato dai potenti ma senza che lo approvino con le loro decisioni reali. Pare una regola che nelle relazioni diplomatiche ci sia veramente poco di sincero. Il Giubileo con le sue cerimonie Ŕ un segno, un invito all’umanitÓ di rientrare in noi stessi, non un evento di pubblicitÓ per la chiesa.
giubileo 2015
Lo stesso papa dice che le mille Porte Sante che si stanno aprendo non contano nulla se non portano al difficile cambiamento nel cuore dell’uomo in merito alla misericordia da manifestare concretamente con opere.
Per chi ha fede e prega e anche per chi non crede, mi permetto di dire, l’aiuto per operare in modo coerente viene da Dio e ci farÓ camminare verso quella pace e gioia evocato universalmente in questi giorni di Natale e Anno Nuovo.

Notizie locali

Profughi

La costituzione del nuovo comune Predaia Ŕ stato completato con l’elezione, frazione per frazione, delle consulte frazionali. Sembra che tutto funzioni bene e si aspetta di completare l’unita del territorio con l’aggregazione anche del comune di Sfruz che da sempre interagiva con tutte le comunitÓ convicine.
Ho appena letto il vostro saluto ai cittadini della Predaia con piacere sulla brochure “Puntiamo su Predaia”. Mi pare di capire che questi messi di avvio sono stati di soddisfazione a tutti voi, maggioranza e minoranza. In particolare mi Ŕ piaciuto l’atteggiamento di Zadra Massimo che si propone di trovare soluzione valide per la comunitÓ senza indulgere per avere sempre approvazione dai vari richiedenti, il richiamo al coinvolgimento degli alunni dell’Istituto comprensivo di Taio e Coredo per la conoscenza del nostro territorio e poi l’iniziativa giÓ avviata della segreteria unica delle ASUC della zona che partirÓ col primo gennaio. Buon lavoro. E' in corso la bella iniziativa "PRESEPI SOTTO IL CIELO DI PREDAIA" per animare il clima natalizio . la premiazione Ŕ fissata per il 6 gennaio.


Anche i lavori di sostituzione della copertura della chiesa e del campanile di Santa Maria promettono bene. Nel rinnovo dell’intonaco si Ŕ scoperto il disegno dell’antico orologio che si trovava al centro nella parte alta della facciata frontale La sua presenza Ŕ documentata in vari documenti dell'archivio comunale. Nel 1776 l'orologio fu sistemato sul campanile attuale che era in fase avanzata di costruzione.

Profughi

Una significativa serata di canti a TAIO

Domenica sera, nella chiesa parrocchiale di Taio si Ŕ tenuto il tradizionale concerto di Natale patrocinato dal comune Predaia, la cassa Rurale d’Anaunia e la direzione del coro Antares. Hanno offerto il dono del loro canto tre corali: Il coro ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Taio e la corale Antares dirette e curate con grande dedizione dal professor Giorgio Larcher, seguite da Coro “La compagnia del canti Val Rendena diretto da Liliana Gallazzini.
piccoli cantori
Il coro dell’Istituto comprensivo va a prendere posto sfilando per la corsia centrale cantando un dolce motivo ed esegue tre canti natalizi con semplicitÓ e perfezione molto apprezzati dal pubblico. Mi viene da paragonarli ai ragazzi del coro Antoniano o il coro “voci bianche” Celestino Eccher: una sorpresa.

corale Antares
Segue il concerto della corale Antares con un programma rinnovato rispetto all’anno scorso. Inizia l’esecuzione della suggestiva Ave Maria di F. Biebl. Seguono altri canti fra i quali il pi¨ impegnativo Ŕ “O magnum Mysterium” di M. Lauridsen. In chiusura non poteva mancare la cantata del Noel di Adam armonizzato magistralmente per la sua corale dal maestro Giorgio Larcher. Gli applausi sentiti per questi canti sono stati fragorosi.
corale Antares
La Compagnia del Canto della Val Rendena chiude il concerto con le armoniose e accattivanti canzoni che vogliono portare un segno di gioia anche in questi tempi pieni di fatti crudi per l’umanitÓ.
corale Antares La serata si Ŕ conclusa con il saluto, ringraziamenti e auguri dell’Assessore alla Cultura Chini Elisa. Penso poi che ci sia stata una buona risposta all’invito di lasciare un offerta per il consolidamento della casa di Maria a Nazareth, iniziativa a cui hanno aderito i cori del Trentino.


BUON ANNO 2016 con le rose imbiancate dalla neve di gennaio

Rose-3-gennaio

Home Verv˛ e dintorni Indice commentiFrutticoltura in Val di Non Fatti dal mondo Storia locale